formed

Scuola superiore di 
Formazione Professionale
Orientamento e Servizi alle Imprese

Corsi Autofinanziati

Qualifiche Professionali riconosciute dalla Regione Campania in conformità agli standard/compliant with the national law di cui all'art. 6 del D.lgs 16 gennaio 1013, n. 13 e all'Accordo del 22/02/2001 - Conferenza Stato - Regioni e PP.AA. di Trento e Bolzano (Gazzetta Ufficiale del 19 aprile 2001, n. 91)

Servizi Socio Sanitari ed Educativi

CORSO OSS (OPERATORE SOCIO SANITARIO)

L’Operatore socio-sanitario (OSS) è in grado di svolgere attività di cura e di assistenza alle persone in condizione di disagio o di non autosufficienza sul piano fisico e/o psichico, al fine di soddisfarne i bisogni primari e favorirne il benessere e l’autonomia, nonché l’integrazione sociale. L’Operatore Socio Sanitario - a seguito dell’attestato di qualifica conseguito al termine di specifica formazione professionale regionale - svolge attività indirizzate a soddisfare i bisogni primari della persona, nell’ambito delle proprie aree di competenza, in un contesto sia sociale che sanitario, favorendo il benessere e l’autonomia dell’utente. L’operatore socio sanitario svolge la sua attività in collaborazione con gli altri operatori professionali preposti all’assistenza sanitaria e a quella sociale, secondo il criterio del lavoro multi professionale.

L’Operatore socio-sanitario trova collocazione in istituzioni pubbliche e private in cui si svolgono attività finalizzate alla promozione delle potenzialità individuali e collettive, alla prevenzione delle marginalità e del disagio sociale, alla integrazione e partecipazione sociale.

  • Le principali tipologie di utenza e problematiche di servizio; le principali tecniche di animazione individuale e di gruppo; i principi comuni e aspetti applicativi della legislazione vigente in materia di sicurezza. 
  • Le tecniche comunicative e relazionali in rapporto alle diverse condizioni di malattia/disagio e
    dipendenza, con particolare riferimento alle situazioni di demenza. 
  • Le tecniche di igiene e sicurezza negli ambienti di vita e di cura dell’assistito; la sicurezza sul 
    lavoro: regole e modalità di comportamento (generali e specifiche); gli strumenti e tecniche per
    l’igiene personale e la vestizione; le procedure igienico-sanitarie per la composizione e il trasporto
    della persona in caso di decesso.
  • Le caratteristiche e i sintomi rilevanti delle principali patologie fisiche e neurologiche.
  • Le tecniche e i protocolli di intervento e di primo soccorso.
  •  stimolare le capacità espressive e psicomotorie dell’assistito attraverso attività ludico ricreative e favorendo il mantenimento delle abilità residue;
  •  supportare e agevolare l’utente nell’espletamento delle funzioni primarie, igiene personale,
    vestizione, mobilità e assunzione dei cibi, in relazione ai diversi gradi di inabilità e di non autosufficienza; applicare tecniche per la corretta mobilizzazione e per il mantenimento
    delle capacità motorie dell’utente nell’espletamento delle funzioni primarie
  • applicare protocolli e procedure per la disinfezione, sterilizzazione e decontaminazione degli
    strumentari e dei presidi sanitari applicare le procedure di sanificazione e disinfezione all’ambiente di vita e di cura dell’utente
  • applicare, secondo i protocolli definiti, tecniche di esecuzione di semplici medicazioni od altre minime prestazioni di carattere sanitario
  • riconoscere i parametri vitali dell’assistito e percepirne le comuni alterazioni: pallore, sudorazione, ecc.;
  • comprendere ed applicare le indicazioni definite dal personale preposto circa l’utilizzo di semplici apparecchi medicali e per l’aiuto all’assunzione dei farmaci

Attestato di Qualifica di Operatore Socio Sanitario (OSS) riconosciuto dalla Regione Campania e valido a livello Nazionale ed Europeo (anche per concorsi pubblici) ai sensi del D.Lgs n.13 del 2013 (già L. 845/78).

CORSO OSSS (OPERATORE SOCIO SANITARIO CON FORMAZIONE COMPLEMENTARE

L’Operatore socio-sanitario con formazione complementare in assistenza sanitaria, oltre a svolgere tutte le attività tipiche dell’Operatore Socio Sanitario (cfr. la descrizione della figura professionale OSS) coadiuva l’infermiere o l’ostetrica e, in base all’organizzazione dell’unità funzionale di appartenenza e conformemente alle direttive del responsabile dell’assistenza infermieristica od ostetrica o sotto la sua supervisione, è in grado di eseguire la somministrazione, per via naturale, della terapia prescritta, terapia intramuscolare e sottocutanea su specifica pianificazione infermieristica, bagni terapeutici, impacchi medicali e frizioni; la rilevazione e l’annotazione di alcuni parametri vitali (frequenza cardiaca, frequenza respiratoria e temperatura) del paziente; raccolta di escrezioni e secrezioni a scopo diagnostico; medicazioni semplici, bendaggi e clisteri; mobilizzazione dei pazienti non autosufficienti per la prevenzione di decubiti e alterazioni cutanee; respirazione artificiale e massaggio cardiaco esterno; cura, lavaggio e preparazione del materiale per la sterilizzazione; pulizia, disinfezione e sterilizzazione delle apparecchiature, delle attrezzature sanitarie e dei dispositivi medici; trasporto del materiale biologico ai fini diagnostici; sorveglianza delle fleboclisi, conformemente alle direttive del responsabile dell’assistenza infermieristica od ostetrica o sotto la sua supervisione.

  • Possesso di titoli /Qualificazioni professionali attestanti il raggiungimento di un livello di apprendimento pari almeno a EQF 3(Obbligatorietà scolastica), acquisito nell’ambito degli ordinamenti di istruzione o nella formazione professionale.
  •  I candidati che abbiano conseguito detti titoli in un ordinamento estero devono inoltre possedere l’attestato di conoscenza della lingua italiana ad un livello non inferiore all’A2 del QCER. Sono dispensati dalla  presentazione dell’attestato i cittadini stranieri che abbiano conseguito diploma di scuola secondaria di primo grado o secondo grado presso un istituto scolastico appartenente al sistema italiano di istruzione.
    L’accesso è possibile anche nel caso in cui si possiedano i requisiti previsti per l’accesso ad un percorso professionale con un livello in uscita di EQF3.

Oltre a ciò che studia l’oss in più studia:

  • elementi di scienze infermieristiche
  •  ostetrico-ginecologiche
  •  elementi di sterilizzazione
  •  procedure medico-sanitarie utilizzate nell’assistenza sanitaria di base all’utente
  • processi di assistenza infermieristica rivolti a persone malate/disabili
  •  tecniche per l’approccio di lavoro con malati terminali
  •  procedure medico-sanitarie utilizzate nell’assistenza sanitaria di base all’utente
  •  tecniche e procedure per la sterilizzazione e decontaminazione degli strumentari e dei presidi
    sanitari
  •  elementi di anatomia e fisiologia del movimento
  •  elementi di anatomia umana
  •  elementi di etica nei servizi alla persona
  •  elementi di igiene applicata
  •  elementi di patologia
  •  elementi di rischio delle più comuni sindromi da prolungato allettamento e immobilizzazione
  • applicare metodologie per monitorare lo stato di salute psicofisica dell’utente non autosufficiente
  •  applicare tecniche di somministrazione dei farmaci
  •  applicare metodi di controllo periodico del decorso della malattia
  •  applicare procedure per supportare la corretta assunzione dei farmaci prescritti
  •  applicare tecniche di supporto all’utente non autosufficiente nella  mobilizzazione, deambulazione e trasporto

Attestato di qualifica di Operatore Socio Sanitario con formazione complementare (OSSS) riconosciuto dalla Regione Campania e valido a livello Nazionale ed Europeo (anche per concorsi pubblici) ai sensi del D.Lgs n.13 del 2013 (già L. 845/78).

ASSISTENTE ALLA POLTRONA STUDIO ODONTOIATRICO

La figura professionale di Assistente alla poltrona di studio odontoiatrico si occupa dell'accoglienza del paziente, del suo accompagnamento alla poltrona e della gestione della relazione durante tutta la cura, fino al momento del congedo, offrendo supporto pratico-operativo e supporto psicologico e relazionale. Si occupa della strumentazione dello studio, del suo riordino nonché della sua sterilizzazione, della preparazione per gli specifici interventi. In particolare, nell'ambito delle proprie competenze, l'Assistente alla poltrona di studio odontoiatrico svolge i seguenti compiti: gestisce l'agenda degli appuntamenti, controlla e aggiorna gli schedari, intrattiene rapporti con fornitori e collaboratori esterni, svolge le quotidiane attività amministrative, anche con tecnologia informatica, prepara l'area di intervento clinico, assiste l'operatore durante l'esecuzione delle prestazioni, manipola, prepara e stocca i materiali dentali archivia e cataloga il materiale radiografico e iconografico del paziente, decontamina e disinfetta gli ambienti di lavoro riordina, pulisce, disinfetta, sterilizza, prepara lo strumentario e le attrezzature.

  • Titolo attestante l’assolvimento dell’obbligo di istruzione. I prosciolti da tale obbligo e i maggiori di anni 16, possono accedere al corso previo accertamento del possesso delle competenze connesse all’obbligo di istruzione.
  • Per i cittadini stranieri è inoltre necessario il possesso di attestato di conoscenza della lingua italiana ad un livello non inferiore all’A2 del QCER. Sono dispensati dalla presentazione dell’attestato i cittadini stranieri che abbiano conseguito il diploma di scuola secondaria di primo o secondo grado presso un istituto scolastico appartenente al sistema italiano di istruzione.

Le modalità di relazione con paziente in situazione di intervento, la strumentazione, la tipologia dell’intervento;

Come operare, anche in ambito amministrativo, con ordine e precisione;

I materiali utilizzati e della loro gestione e conservazione, gli strumenti, attrezzature e loro funzionamento, principali documentazioni di uno studio odontoiatrico, tipologia delle attrezzature, I software applicativi;
Le attrezzature per i materiali dentali, gli elementi di igiene e sicurezza, situazione medica del paziente, la tipologia degli interventi, la tipologia degli strumenti e materiali, la tipologia di assistenza,i meccanismi di posizionamento della poltrona, le modalità di approccio diverso a seconda del tipo di paziente(anziano, bambino, disabile ecc);
Gli elementi di igiene:

  • modalità di disinfezione degli strumenti
  •  principali condizioni e requisiti di tipo igienico sanitario in relazione alle attrezzature impiegate
  •  tecniche di disinfezione e sterilizzazione 
  •  utilizzo attrezzature di sterilizzazione
  •  utilizzo corretto dei prodotti per la disinfezione
  • Accogliere e gestire le relazioni con il paziente
  •  interpretare correttamente le indicazioni del medico – odontoiatra
  •  utilizzare nel modo corretto gli strumenti di sua competenza
  •  organizzare l’archivio anche con ausili informatici
  •  compilare un ordine
  •  organizzare agenda per collaborazioni individuare gli eventuali problemi tecnici delle attrezzature
  •  relazionarsi con esterni
  •  individuare giuste tempistiche per l’intervento richiesto
  •  leggere una scheda paziente
  •  utilizzare strumentazione informatica
  •  predisporre correttamente i materiali relativi alle diverse tipologie di intervento
  •  utilizzare efficacemente le attrezzature
  •  disporre i giusti strumenti in relazione ai tipi di intervento
  •  predisporre e mantenere luoghi igienici e sicuri nel rispetto della normativa
  •  posizionare la poltrona nel modo più comodo per il paziente
  •  operare in condizioni igienico sanitarie e di sicurezza
  •  verificare le condizioni di conformità igienico sanitario
  •  utilizzare comuni attrezzature d’ufficio (fax, pc)

Attestato di qualifica di Assistente alla poltrona studio odontoiatrico riconosciuto dalla Regione Campania e valido a livello Nazionale ed Europeo (anche per concorsi pubblici) ai sensi del D.Lgs n.13 del 2013 (già L. 845/78).

MEDIATORE CULTURALE:

Il mediatore culturale svolge attività di accompagnamento e facilitazione nella relazione tra immigrati e contesto di riferimento, analizzando bisogni e risorse dell’immigrato, predisponendo e/o rimodulando un eventuale piano di assistenza e svolgendo attività di intermediazione linguistica e culturale e di orientamento ai servizi pubblici e privati. svolge, inoltre attività di formazione e consulenza, oltre che agli immigrati, anche al personale italiano in servizio, che interagisce con gli stranieri. Lavora prevalentemente come lavoratore autonomo con contratti di collaborazione nell'ambito di cooperative sociali, per conto della pubblica amministrazione (anagrafe, uffici di relazione con il pubblico, centri per l'impiego, uffici speciali per l'immigrazione; uffici stranieri delle Questure, Commissariati, Centri di accoglienza ecc.) e nei servizi di prima accoglienza di scuole, ospedali, consultori, carceri e tribunali. Opera con livelli di autonomia elevati ed è generalmente esposto a cambiamenti imprevedibili.

  • Titolo attestante l’assolvimento dell’obbligo di istruzione. I prosciolti da tale obbligo e i maggiori di anni 16, possono accedere al corso previo accertamento del possesso delle competenze connesse all’obbligo di istruzione
  • Per i cittadini stranieri è inoltre necessario il possesso di attestato di conoscenza della lingua italiana ad un livello non inferiore all’A2 del QCER. Sono dispensati dalla presentazione dell’attestato i cittadini stranieri che abbiano conseguito il diploma di scuola secondaria di primo o secondo grado presso un istituto scolastico appartenente al sistema italiano di istruzione.

Analisi dei bisogni e delle risorse dell’immigrato e delle comunità straniere, Attività di formazione rivolta agli immigrati e/o ad operatori e professionisti che interagiscono con loro, Orientamento, facilitazione e monitoraggio delle relazioni immigrato/servizi, Intermediazione culturale e linguistica, Predisposizione e rimodulazione del Piano di Assistenza Individualizzato.

  • Rilevare ed Interpretare i bisogni e potenziali dell’immigrato
  •  Stabilire le adeguate attività formative e i materiali didattici
  •  Supportare gli immigrati nei processi di relazione con il contesto e di integrazione sociale
  •  Tradurre messaggi correttamente; Consentire e facilitare la relazione comunicativa tra assistito e terzi
  •  Monitorare e favorire relazioni tra immigrati e operatori dei servizi adeguatamente
  •  Sviluppare Piano di Assistenza Individualizzato adeguato nella articolazione e nei contenuti

Attestato di Qualifica di Mediatore Culturale riconosciuto dalla Regione Campania e valido a livello Nazionale ed Europeo (anche per concorsi pubblici) ai sensi del D.Lgs n.13 del 2013 (già L. 845/78).

OPERATORE DELL’ INFANZIA (OPI)

L’Operatore dell’Infanzia è impegnato nell’attività di accudimento e animazione rivolta a bambini, e famiglie, in strutture residenziali e semiresidenziali (comunità per minori, soggiorni-vacanza, reparti ospedalieri), servizi e interventi socioeducativi per l’infanzia, e la famiglia (servizi educativi e ricreativi territoriali per il tempo libero, centri ricreativi e aggregativi, animazione estiva del tempo libero), servizi socio-educativi per la prima infanzia. Svolge attività di sostegno alla genitorialità: interventi con/per le famiglie nella scuola e nei servizi o direttamente sul territorio. L’Operatore dell’Infanzia progetta e realizza, anche con la collaborazione di altre figure professionali, iniziative culturali, ricreative ed espressive finalizzate alla socializzazione, allo sviluppo delle potenzialità di crescita del bambino, allo sviluppo delle capacità creative e relazionali ed alla promozione di percorsi di autonomia.

  • Titolo attestante l’assolvimento dell’obbligo di istruzione. I prosciolti da tale obbligo e i maggiori di anni 16, possono accedere al corso previo accertamento del possesso delle competenze connesse all’obbligo di istruzione
  • Per i cittadini stranieri è inoltre necessario il possesso di attestato di conoscenza della lingua italiana ad un livello non inferiore all’A2 del QCER. Sono dispensati dalla presentazione dell’attestato i cittadini stranieri che abbiano conseguito il diploma di scuola secondaria di primo o secondo grado presso un istituto scolastico appartenente al sistema italiano di istruzione.

Le operazioni di analisi ed interpretazioni dei bisogni del bambino, promuovere il benessere psicologico e relazionale; Le operazioni di progettazione organizzazione e realizzazione dei percorsi idonei ad attivare e sviluppare la capacità creativa e relazionale dei bambini; Le operazioni di promozione del senso di appartenenza ad una comunità di soggetti, famiglia, scuola, centri ricreativi ed aggregativi; Le operazioni di comprensione del linguaggio dei bambini, di stimolo dell’esploratività e dello sviluppo della conoscenza numerica. 

  • Analizzare ed interpretare i bisogni del bambino, promuovere il benessere psicologico e relazionale (Contesti di intervento ludico adeguatamente analizzati, relazione impostata in sintonia con i bisogni psicologici e relazionali del bambino, per promuovere lo sviluppo psicofisico e cognitivo, l’autonomia e la socializzazione); 
  • Progettare, organizzare e realizzare percorsi idonei ad attivare e sviluppare la capacità creativa e relazionale dei bambini (Sviluppo della capacità di osservare ed interpretare i bisogni del bambino, di progettare gli ambienti, strumenti e tecniche per lo svolgimento delle attività socio-educative);
  • Promuovere il senso di appartenenza ad una comunità di soggetti, famiglia, scuola, centri ricreativi ed aggregativi (Sviluppo della capacità di promuovere processi di partecipazione attiva e adozione di strategie e metodi di prevenzione del disagio); 
  •  Comprendere il linguaggio dei bambini, stimolare l’esploratività e lo sviluppo della conoscenza numerica, (Sviluppo della capacità di comprensione del linguaggio dei bambini, apprendimento delle tecniche per promuovere l’esploratività e lo sviluppo della conoscenza numerica).

Attestato di qualifica di Operatore dell’Infanzia (OPI) riconosciuto dalla Regione Campania e valido a livello Nazionale ed Europeo (anche per concorsi pubblici) ai sensi del D.Lgs n.13 del 2013 (già L. 845/78).

ANIMATORE SOCIALE

L'animatore sociale è un operatore che, nell'ambito dei servizi sociali e assistenziali, svolge un'attività finalizzata all'empowerment di individui e gruppi e alla promozione e realizzazione di interventi di prevenzione e riduzione del disagio sociale di varia natura. L'animatore sociale progetta e realizza attività collettive di carattere educativo, socio culturale e ricreativo rivolte prevalentemente a disabili, anziani, minori svantaggiati, persone con disagio psichiatrico ed altri soggetti in situazione di svantaggio. Egli opera in stretta collaborazione con altre figure professionali e con servizi del territorio. Trova collocazione, come dipendente o autonomo, in strutture pubbliche e private in cui si svolgono attività finalizzate alla promozione delle potenzialità di relazione, partecipazione e autostima individuali e collettive, alla prevenzione delle marginalità e del disagio sociale, alla integrazione e partecipazione sociale (servizi residenziali, centri diurni socio - educativi, case di riposo, comunità per minori ecc.).

  • Titolo attestante l’assolvimento dell’obbligo di istruzione. I prosciolti da tale obbligo e i maggiori di anni 16, possono accedere al corso previo accertamento del possesso delle competenze connesse all’obbligo di istruzione
  • Per i cittadini stranieri è inoltre necessario il possesso di attestato di conoscenza della lingua italiana ad un livello non inferiore all’A2 del QCER. Sono dispensati dalla presentazione dell’attestato i cittadini stranieri che abbiano conseguito il diploma di scuola secondaria di primo o secondo grado presso un istituto scolastico appartenente al sistema italiano di istruzione.
  • elementi di geriatria
  •  elementi di pedagogia
  •  elementi di psicologia e di psicologia dell’età evolutiva
  •  elementi di psicologia sociale e di comunità
  •  elementi di sociologia
  •  forme e manifestazione del disagio sociale
  •  principi comuni ed aspetti applicativi della legislazione vigente in materia di sicurezza
  •  sicurezza sul lavoro: regole e modalità di comportamento (generali e specifiche)
  •  sistema dei servizi sociali, culturali, ricreativi del territorio
  •  tecniche di animazione
  •  tecniche di comunicazione e lavoro in equipe
  • applicare tecniche di animazione espressiva e figurativa
  •  applicare tecniche di animazione psico – motoria
  •  applicare tecniche di conduzione di gruppo
  •  applicare tecniche e metodi per decodificare bisogni e aspettative di individui e gruppi assistiti
  •  applicare tecniche per la gestione dei conflitti
  •  incoraggiare la comunicazione e la relazione degli assistiti con il contesto
  •  organizzare giochi e attività ricreative
  •  organizzare laboratori manuali (lavorazione creta, teatro, fotografia, disegno ecc.)
  •  utilizzare attrezzature multimediali
  •  applicare tecniche di analisi del fabbisogno territoriale
  •  applicare tecniche di lavoro di equipe
  •  identificare il sistema di reti relazionali e strutturali di tipo socio assistenziale esistente e potenziale

Attestato di qualifica di Animatore Sociale riconosciuto dalla Regione Campania e valido a livello Nazionale ed Europeo (anche per concorsi pubblici) ai sensi del D.Lgs n.13 del 2013 (già L.845/78).

OPERATORE PER L'ASSISTENZA EDUCATIVA AI DISABILI

L’operatore dell’assistenza educativa ai disabili svolge attività di assistenza collegate alle attività socio-educative per disabili, supportando gli educatori nella realizzazione di laboratori didattico – creativi, e nella preparazione di materiali educativi e di gioco, nell’accompagnamento e nella cura dei bisogni fondamentali (vestizione, pulizia, igiene, ecc.) e di sicurezza del disabile. Può lavorare con contratto di lavoro dipendente o come lavoratore autonomo con contratti di collaborazione presso strutture pubbliche e private che erogano servizi socio educativi per disabili, assumendosi la responsabilità dei propri compiti. Nello svolgimento del suo lavoro, si raccorda con il personale educatore.

  • Assistenza alla realizzazione di laboratori e all’espressione di linguaggi alternativi
  • Vigilanza e supporto all’educatore nelle attività socio-educative
  • Accompagnamento, cura dei bisogni fondamentali del disabile e operazioni di igiene e pulizia urgenti correlate
  • Gestione di situazioni di emergenza individuali e collettive

all’assistenza e realizzazione di laboratori specifici per disabili;

  • alla vigilanza e supporto del disabile nelle attività socio-educative;
  • a supportare e sorvegliare il disabile durante lo svolgimento delle attività motorie;
  • all’accompagnamento, cura dei bisogni fondamentali del disabile e operazioni di igiene e pulizia urgenti correlate.

Attestato di qualifica di Operatore all’Assistenza  Educativa ai Disabili riconosciuto dalla Regione Campania e valido a livello Nazionale ed Europeo (anche per concorsi pubblici) ai sensi del D.Lgs n.13 del 2013 (già L.845/78).

Corso di Primo Soccorso BLSD e PBLSD

Il corso di BLSD, acronimo di Supporto di Base alla Vita e Defibrillazione, e PBLSD che è il modulo pediatrico, ha come obbiettivo quello di aumentare le probabilità di sopravvivenza di coloro che vanno in arresto cardiaco , insegnando le manovre base del primo soccorso e l'utilizzo del defibrillatore.

Laici, volontari e figure sanitarie.

  • Riconoscere segni e sintomi delle vittime colpite da arresto cardiaco improvviso
  • Fornire un’appropriata assistenza durante un arresto respiratorio o cardiaco
  • Utilizzare prontamente e prestare soccorso con un DAE
  • Elencare le procedure per un corretto uso ed un’efficace manutenzione del DAE

Attestato di qualifica di Primo Soccorso BLSD e PBLSD riconosciuto dalla Regione Campania e valido a livello Nazionale ed Europeo (anche per concorsi pubblici) ai sensi del D.Lgs n.13 del 2013 (già L.845/78).

Servizi alla Persona

ADDETTO ALLE OPERAZIONI CIMITERIALI (AGGIORNAMENTO)

L’ Addetto alle Operazioni Cimiteriali Svolge le mansioni di inumazione, tumulazione, esumazione, tumulazioni, pulizia e movimentazione dei resti mortali, movimentazione dei feretri, movimentazione del materiale di risulta derivante dalle operazioni cimiteriali.

Titolo attestante l’assolvimento dell’obbligo di istruzione. I prosciolti da tale obbligo e i maggiori di anni 16, possono accedere al corso previo accertamento del possesso delle competenze connesse all’obbligo di istruzione. Per i cittadini stranieri è inoltre necessario il possesso di attestato di conoscenza della lingua italiana ad un livello non inferiore all’A2 del QCER. Sono dispensati dalla presentazione dell’attestato i cittadini stranieri che abbiano conseguito il diploma di scuola secondaria di primo o secondo grado presso un istituto scolastico appartenente al sistema italiano di istruzione.

  • Iscrizione con qualifica ai centri per l’impiego;
  • Lavoro autonomo;
  • Lavoro dipendente,assunzione presso imprese operanti nel settore;
  • Gestione ed organizzazione d’impresa nel settore funerario.

Attestato di Qualifica di Addetto alle Operazioni Cimiteriali riconosciuto dalla Regione Campania e valido a livello Nazionale ed Europeo (anche per concorsi pubblici) ai sensi del D.Lgs n.13 del 2013 (già L. 845/78).

RESPONSABILE DELL’ATTIVITÀ CIMITERIALE (AGGIORNAMENTO)

Questo corso ha lo scopo di formare responsabili capaci di svolgere le funzioni direttive dell'attività e della gestione del cimitero e del personale addetto alla custodia e alle operazioni di sepoltura.

Si tratta di un aggiornamento destinato ai responsabili dell’attività cimiteriale che hanno già conseguito la qualifica professionale e che hanno l’obbligo di formazione continua ogni tre anni.

  • Iscrizione con qualifica ai centri per l’impiego;
  • Lavoro autonomo;
  • Lavoro dipendente;
  • Assunzione presso imprese operanti nel settore.

Attestato di Qualifica di Operatore per il Responsabile dell’attività cimiteriale riconosciuto dalla Regione Campania e valido a livello Nazionale ed Europeo (anche per concorsi pubblici) ai sensi del D.Lgs n.13 del 2013 (già L. 845/78).

OPERATORE FUNEBRE

Questo corso ha lo scopo di formare responsabili capaci di svolgere le funzioni direttive dell'attività e della gestione del cimitero e del personale addetto alla custodia e alle operazioni di sepoltura.

Si tratta di un aggiornamento destinato ai responsabili dell’attività cimiteriale che hanno già conseguito la qualifica professionale e che hanno l’obbligo di formazione continua ogni tre anni.

  • Iscrizione con qualifica ai centri per l’impiego;
  • Lavoro autonomo;
  • Lavoro dipendente;
  • Assunzione presso imprese operanti nel settore.

Attestato di Qualifica di Operatore per il Responsabile dell’attività cimiteriale riconosciuto dalla Regione Campania e valido a livello Nazionale ed Europeo (anche per concorsi pubblici) ai sensi del D.Lgs n.13 del 2013 (già L. 845/78).

DIRETTORE TECNICO DELL'IMPRESA FUNEBRE

Il direttore tecnico dell'impresa funebre è in grado di gestire l’impresa funebre curando gli aspetti commerciali e le relazioni di marketing, svolgendo le pratiche amministrative e gestendo, se presenti, le sedi commerciali. Svolge la sua funzione nel rispetto di un armonico rapporto tra assistenza ai vivi e rispetto per i defunti.

Possesso di titoli /Qualificazioni professionali attestanti il raggiungimento di un livello di apprendimento pari almeno a EQF 3, acquisito nell’ambito degli ordinamenti di istruzione o nella formazione professionale. I candidati che abbiano conseguito detti titoli in un ordinamento estero devono inoltre possedere l’attestato di conoscenza della lingua italiana ad un livello non inferiore all’A2 del QCER. Sono dispensati dalla presentazione dell’attestato i cittadini stranieri che abbiano conseguito diploma di scuola secondaria di primo grado o secondo grado presso un istituto scolastico appartenente al sistema italiano di istruzione. L’accesso è possibile anche nel caso in cui si possiedano i requisiti previsti per l’accesso ad un percorso professionale con un livello in uscita di EQF 3.

  • Iscrizione con qualifica ai centri per l’impiego;
  • Lavoro autonomo;
  • Lavoro dipendente.

Attestato di qualifica di Direttore Tecnico dell’Impresa Funebre riconosciuto dalla Regione Campania e valido a livello Nazionale ed Europeo (anche per concorsi pubblici) ai sensi del D.Lgs n.13 del 2013 (già L. 845/78).

Servizi e Commercio

QUALIFICA PROFESSIONALE SAB (EX REC)

Questo corso è chiunque voglia intraprendere attività commerciali legate alla vendita e alla somministrazione di prodotti alimentari (ristoranti, bar, tavole calde ed esercizi similari).

A coloro che vogliono intraprendere un’attività commerciale rivolta alla vendita e alla somministrazione di alimenti e bevande.

  • diploma scuola media inferiore

Consente l’iscrizione presso la Camera di Commercio e gli Enti Locali.

AMMINISTRATORE DI CONDOMINIO

Il Corso per Amministratore di Condominio ha l’obiettivo di fornire la formazione completa per abilitare professionisti specializzati in consulenza e gestione condominiale a diventare AMMINISTRATORI di CONDOMINIO come previsto dalla L. 220 del 11/12/12.

A coloro che intendono intraprendere la complessa attività di amministratore di condominio e a coloro che già svolgono tale professione.

  • diploma di scuola media superiore o laurea

Attestato valido ai fini della nuova riforma del condominio

QUALIFICA PROFESSIONALE DI OPERATORE AMMINISTRATIVO

L’Operatore Amministrativo gestisce la corrispondenza, la protocollazione ed archiviazione dei documenti amministrativi e contabili, redige testi amministrativi, lettere commerciali e fogli di calcolo. Le sue funzioni possono estendersi, a seconda dei contesti organizzativi, alle registrazioni contabili elementari, alla segreteria amministrativa ed al ricevimento clienti.

A coloro che intendono aumentare il punteggio in graduatoria

  • Titolo attestante l’assolvimento dell’obbligo di istruzione. I prosciolti da tale obbligo e i maggiori di anni 16, possono accedere al corso previo accertamento del possesso delle competenze connesse all’obbligo di istruzione.
  •  Per i cittadini stranieri è inoltre necessario il possesso di attestato di conoscenza della lingua italiana ad un livello non inferiore all’A2 del QCER. Sono dispensati dalla presentazione dell’attestato i cittadini stranieri che abbiano conseguito il diploma di scuola secondaria di primo o secondo grado presso un istituto scolastico appartenente al sistema italiano di istruzione.

Attestato di qualifica di Operatore Amministrativo riconosciuto dalla Regione Campania e valido a livello Nazionale ed Europeo (anche per concorsi pubblici) ai sensi del D.Lgs n.13 del 2013 (già L.845/78).

Servizi culturali e di Spettacolo

CORSO OPERATORE DI PROMOZIONE E ACCOGLIENZA TURISTICA

L’Addetto alle attività di informazione ed accoglienza turistica riceve ed accoglie i turisti e soddisfa le loro esigenze di informazione inerenti l’offerta di servizi sul territorio. Svolge, quindi, le attività ascrivibili all’area della relazioni con i clienti curandone la corretta comunicazione e la rilevazione della customer satisfaction. Fornisce informazioni di tipo turistico circa itinerari, luoghi da visitare, forme di intrattenimento ecc. Presta servizio presso strutture quali i punti di Informazione e Accoglienza Turistica (IAT) o presso associazioni di categoria (es. associazioni di albergatori) o presso consorzi di sviluppo turistico (spesso a partecipazione pubblica o privi di scopo di lucro). Nello svolgimento del suo lavoro si raccorda con i responsabili del servizio di informazione ed accoglienza oltre che con i responsabili della struttura presso cui opera assumendosi la responsabilità dei propri compiti. Svolge il proprio lavoro prevalentemente a contatto con il pubblico.

  •  elementi di marketing dei servizi turistici
  •  modello organizzativo della struttura presso la quale si opera e caratteristiche e standard del servizio offerto
  • principali sistemi operativi ed applicazioni software per la gestione ed elaborazione dei dati
  • principi comuni e aspetti applicativi della legislazione vigente in materia di sicurezza
  • tecniche di comunicazione e relazione interpersonale
  • tecniche e strumenti di rilevazione delle aspettative e di analisi del gradimento
  • terminologia di settore in lingua straniera
  • applicazioni informatiche per l’attività d’ufficio
  • caratteristiche e funzionamento delle principali apparecchiature a supporto dell’attività di ufficio (centralino telefonico, fax, stampanti, fotocopiatrici)
  • elementi di amministrazione aziendale
  • modulistica di tipo bancario e assicurativo
  • tecniche di protocollazione ed archiviazione di documenti
  • elementi di geografia turistica
  • tecniche di accoglienza del cliente
  • tecniche di promozione e vendita terminologia di settore in lingua straniera
  • tipologia, caratteristiche e disponibilità dei servizi proposti
  • elementi di geografia turistica
  • elementi storia del territorio
  • le strutture turistiche ricettive: tipologie, servizi, ecc.
  • offerta turistica locale
  • principali software per la gestione dei flussi informativi
  • servizi internet: navigazione, ricerca informazioni sui principali motori di ricerca, posta elettronica
  • tecniche di archiviazione e classificazione manuale e digitale delle informazioni.
  •  assistere il cliente nella fruizione del servizio reso
  • cogliere ed interpretare preferenze e richieste della clientela
  • cogliere le aspettative e il grado di soddisfazione del cliente
  • definire e adottare modalità di acquisizione e registrazione delle richieste, accogliendo le priorità espresse dal cliente
  • impiegare uno stile comunicativo appropriato alla relazione con il cliente (anche in lingua straniera) nelle varie fasi di erogazione del servizio
  • rilevare il grado di soddisfazione della clientela utilizzando appositi strumenti (schede predefinite, sistemi web based ecc.)e traducendo i feedback ottenuti in elementi di maggiore accessibilità e fruibilità del servizio reso
  • applicare tecniche di protocollazione ed archiviazione di documenti in entrata ed uscita, applicare tecniche di gestione archivistica 
  • curare il disbrigo di pratiche burocratiche 
  • curare il disbrigo di pratiche con banche, istituti di crediti, assicurazioni, ecc.
  • provvedere all’organizzazione di riunioni in presenza e a distanza (es. videoconferenza)
  • provvedere all’organizzazione di trasferte di lavoro
  • utilizzare le apparecchiature a supporto dell’attività di ufficio (centralino telefonico, fax, stampanti, fotocopiatrici)
  • utilizzare strumenti e tecniche per la predisposizione di testi di varia natura (lettere commerciali, newsletter, annunci, report, ecc.)
  • adottare stili e tecniche di comunicazione appropriate per l’erogazione di informazioni turistiche
  • anche in lingua straniera 
  • proporre servizi e prodotti alla clientela realmente rispondenti alle richieste raccolte
  • proporre servizi e prodotti illustrandone caratteristiche e costi
  • applicare tecniche per la raccolta, l’organizzazione e l’archiviazione delle informazioni turistiche
  • individuare e stimare le migliori fonti da cui trarre le informazioni e i successivi aggiornamenti
  • interpretare il contesto territoriale in ordine alle potenzialità di strutture e servizi utili per i turisti
  • selezionare le informazioni da acquisire sull’offerta di iniziative, itinerari, strutture, ecc.
  • Titolo attestante l’assolvimento dell’obbligo di istruzione. I prosciolti da tale obbligo e i maggiori di anni 16, possono accedere al corso previo accertamento del possesso delle competenze connesse all’obbligo di istruzione.
  • Per i cittadini stranieri è inoltre necessario il possesso di attestato di conoscenza della lingua italiana ad un livello non inferiore all’A2 del QCER. Sono dispensati dalla presentazione dell’attestato i cittadini stranieri che abbiano conseguito il diploma di scuola secondaria di primo o secondo grado presso un istituto scolastico appartenente al sistema italiano di istruzione.

Attestato di qualifica di Operatore di Promozione e accoglienza turistica riconosciuto dalla Regione Campania e valido a livello Nazionale ed Europeo (anche per concorsi pubblici) ai sensi del D.Lgs n.13 del 2013 (già L. 845/78).

CORSO ORGANIZZATORE DI EVENTI

L'Organizzatore di eventi si occupa della ideazione, organizzazione ed erogazione di eventi culturali, sportivi, sociali o di intrattenimento, quali serate a tema, cene di gala, sfilate, feste, seminari, viaggi incentive ecc.. L'evento può essere commissionato da un'organizzazione per comunicare – pubblicizzare la sua immagine o il lancio di un prodotto o per incentivare il personale interno, oppure da un privato, per celebrare un compleanno, un matrimonio, ecc. Le competenze distintive dell'organizzatore di eventi sono strettamente funzionali all'evoluzione del settore, che vede un moltiplicarsi delle forme di pubblicità, comunicazione e incontro. Da qui la necessità di fornire soluzioni innovative in grado di richiamare un qualificato e consistente numero di partecipanti.

  • Analisi costi/benefici, caratteristiche servizi tecnici a supporto di eventi (allestimento, catering, interpretariato), elementi di marketing, elementi di teoria della comunicazione, normativa dei beni e delle attività culturali, normativa dello spettacolo, normativa sugli eventi sportivi, normativa sui
    congressi e sui viaggi incentive, normativa sull’organizzazione di eventi in spazi pubblici, terminologia specifica in lingua straniera, tipologie di eventi per la comunicazione;
  • Caratteristiche servizi tecnici a supporto di eventi (allestimento, catering, interpretariato), elementi di budgeting, normativa vigente in materia di organizzazione eventi, processi organizzativi di eventi, tipologie di eventi per la comunicazione, tipologie di location per convegni;
  • Media per la comunicazione pubblicitaria, tecniche di analisi e segmentazione del target, tecniche di media planning tendenze grafiche.
  • applicare metodologie per la definizione delle caratteristiche di eventi di comunicazione
  • applicare modalità di analisi dei bisogni di comunicazione
  • applicare tecniche di budgeting
  •  applicare tecniche di segmentazione della clientela
  •  applicare tecniche di sviluppo del pensiero creativo
  •  utilizzare tecniche di comunicazione
  •  applicare criteri di selezione fornitori
  •  applicare criteri di selezione location
  •  applicare tecniche di analisi dei costi
  •  applicare tecniche di pianificazione delle attività
  •  applicare tecniche di stesura preventivi
  •  rispettare i regolamenti interni alle location dove viene organizzato l’evento
  •  utilizzare tecniche di verifica della strumentazione in dotazione della location
  •  applicare la normativa prevista in materia di organizzazione eventi
  •  applicare modalità di coordinamento del lavoro
  •  applicare norme, disposizioni e procedure sulla sicurezza e igiene sul lavoro
  •  applicare tecniche di definizione ordini commerciali
  •  applicare tecniche di pianificazione delle attività
  •  applicare tecniche di comunicazione efficace
  •  applicare tecniche di marketing strategico
  •  applicare tecniche di media planning
  •  utilizzare un linguaggio grafico all’avanguardia
  • Titolo attestante l’assolvimento dell’obbligo di istruzione. I prosciolti da tale obbligo e i maggiori di anni 16, possono accedere al corso previo accertamento del possesso delle competenze connesse all’obbligo di istruzione.
  • Per i cittadini stranieri è inoltre necessario il possesso di attestato di conoscenza della lingua italiana ad un livello non inferiore all’A2 del QCER. Sono dispensati dalla presentazione dell’attestato i cittadini stranieri che abbiano conseguito il diploma di scuola secondaria di primo o secondo grado presso un istituto scolastico appartenente al sistema italiano di istruzione.

Attestato di qualifica di Organizzatore di eventi riconosciuto dalla Regione Campania e valido a livello Nazionale ed Europeo (anche per concorsi pubblici) ai sensi del D.Lgs n.13 del 2013 (già L. 845/78).

CORSO Addetto ai servizi di controllo delle attività di intrattenimento e di spettacolo in luoghi aperti al pubblico o in pubblici esercizi

Al termine del corso di formazione di Addetto ai servizi di controllo delle attività di intrattenimento e di spettacolo in luoghi aperti al pubblico o in pubblici esercizi (ex Buttafuori) le conoscenze e competenze dell’allievo riguarderanno tematiche dell’area tecnica in materia di prevenzione degli incendi, di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro, nonché nozioni di primo soccorso sanitario, e dell’aria psicologico-sociale, ponendo una particolare attenzione alla capacità di concentrazione, di autocontrollo e di contatto con il pubblico. Particolare rilevanza verrà data alla capacità di una adeguata comunicazione verbale, alla consapevolezza del proprio ruolo, all'orientamento al servizio ed alla comunicazione.

  • argomenti relativi all’area giuridica, con particolare riguardo alla materia dell’ordine e della sicurezza, ai compiti delle forze di polizia e delle polizie locali, alle disposizioni di legge che disciplinano le attività di intrattenimento di pubblico spettacolo e di pubblico esercizio.
  •  coadiuvare le forze dell’ordine
  • Licenza di scuola media inferiore

Attestato di Abilitazione Professionale riconosciuto dalla Regione Campania e valido a livello Nazionale ed Europeo (anche per concorsi pubblici) ai sensi del D.Lgs n.13 del 2013 (già L. 845/78).

Altri corsi appartenenti a quest’area 

Per iscriversi al corso o chiedere ulteriori informazioni, contattare la segreteria chiamando il numero 089.890495 o inviando una mail a segreteria@formedscuola.it